Triassiali cicliche
Flow - pump Hitep Vs - Vp Edometro Ko Colonna Risonante Torsionale ciclico Misure locali TD rigidezza imposta Triax grande diametro Triassiali cicliche Taglio semplice Estrusione Elenco prove

Home
Su

 

Prove triassiali cicliche

Le prove triassiali cicliche consentono la caratterizzazione del comportamento dei terreni sotto carichi ciclici riproducenti le sollecitazioni indotte da sismi, moto ondoso, vibrazioni di macchine rotanti, ecc. Trovano impiego per lo studio dei fenomeni di rottura (tra i quali assumono particolare rilevanza quelli di liquefazione delle sabbia) e per valutare l'influenza del livello di deformazione sui moduli dinamici e sullo smorzamento.

La prova viene eseguita per mezzo di una speciale cella triassiale, posta sotto una struttura di contrasto in modo che un sistema di carico possa applicare sulla testa del provino una forza sinusoidale, di frequenza generalmente compresa tra le frazioni di Hz e qualche Hz. I parametri misurati sono il carico applicato, la pressione in cella, la deformazione verticale e la pressione interstiziale.

Figura 1: Schema dell'attrezzatura utilizzata per l'esecuzione delle prove triassiali cicliche

 

Figura 2: Cicli necessari per raggiungere la liquefazione in funzione dello Stress - Ratio applicato

 

Figura 3: Prova con stress- ratio basso; non si raggiunge la liquefazione

Figura 4: Prova con stress- ratio alto; il provino raggiunge la liquefazione